Presentiamo una delle più suggestive e affascinanti  piante prospettiche della città di Venezia: quella realizzata  da Julius Milhauser prima del 1680 e pubblicata nel "Nouveau theatre d'Italie"  da Pierre Mortier  

Si tratta di "una copia della pianta del Jansson  molto fedele e incisa da mano esperta. Differenze si notano nella decorazione araldica: lo stemma con il Leone visto di fronte ed il Corno Ducale sono eliminati, sulla sinistra invece appare il Leone non inscritto in cartiglio. La novità più interessante è la tardiva aggiunta, pur appena accennata, dell'imbonimento che aveva permesso la costruzione delle  Fondamente Nuove nel 1589. 

Sta in: Joan  Bleau, Nouveau theatre d'Italie. Amsterdam, P. Mortier, 1704.  Originalmente Joan Blaeu aveva concepito la sua ambiziosa opera in 5 parti; per malasorte la morte lo colse quando ne era riuscito a pubblicare soltanto due ( Theatrum Civitatum, Amsterdam 1663, 2 voll. in folio, ristampati poi dagli eredi nel 1676). Più tardi Pierre Mortierre venne in possesso delle lastre pubblicate e di altre già pronte  ma rimaste inedite; in questa edizione ed in tutte le successive è presente la pianta di Venezia, la quale essendo morto il Milhauser nel 1680, doveva essere stata eseguita ancora sotto la personale direzione del Blaeu. " (da G. Cassini, Piante e Vedute, Venezia 1971)